Come eliminare lo zucchero dalla dieta

Consumiamo tantissimo zucchero. Troppo! Lo assumiamo attraverso una miriade di cibi. E non solo mangiando dolci, come qualcuno potrebbe pensare. Già, perché - anche se non ce ne rendiamo conto - ci sono tantissimi alimenti che sembrano non zuccherati, ma che in realtà sono delle vere e proprie bombe caloriche! Ordigni di calorie pronte a esplodere. Concentrati di elementi spesso nocivi per la nostra salute. Leccornie che, ahinoi, andrebbero consumante con cautela.
Ma vediamo perché e, soprattutto, come eliminare (per quanto possibile) lo zucchero dalla nostra dieta.

Perché eliminare gli zuccheri?

Semplice: perché fa male!

Tra tutti i tipi di zucchero presenti sul mercato, il più pericoloso per la nostra salute (a quanto riportano gli ultimi studi in materia) sembra essere quello semolato, ossia, quello che subisce più processi chimici di raffinazione e che – grazie appunto a quest’ultimi – diventa bianco e candido come la neve.

Smettere di consumarlo, o comunque limitarne fortemente l’assunzione, senza scendere troppo nei dettagli, significa avere più energie. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, infatti, lo zucchero ingerito tramite il consumo di dolci, o bevendo bibite gassate, non ci dà forza, anzi ce ne sottrae.
Inoltre, è anche risaputo che il consumo eccessivo può compromettere la salute del nostro cuore, fa male al fegato, ostacola la produzione di collagene ed elastina (fondamentali per mantenere giovane la nostra pelle) e, non meno importante, fa ingrassare!

Ma come eliminare del tutto gli zuccheri?

Beh, vista la sua presenza quasi ovunque e sotto diverse forme, diciamo subito che, praticamente, è molto difficile, se non quasi impossibile. Però, tramite una serie di accorgimenti, possiamo sempre ridurne drasticamente l’assunzione.
Vediamo come…

Una colazione bilanciata e sana

Partiamo con una prima colazione sana e leggera. Prediligiamo uova, yogurt magro, frutta fresca o fiocchi di latte in sostituzione del classico cornetto farcito o cereali. Evitiamo ovviamente di aggiungere zucchero al caffè e beviamo un bel frullato di frutta. E se non abbiamo il tempo o la pazienza di prepararcene uno, possiamo scegliere i prodotti Make It Fresco, ovvero frullati fatti di sola frutta, sani e facili da preparare e, soprattutto, con zero zuccheri aggiunti. Nel box degustazione se ne trovano 10 pacchetti, per tutti i gusti, che garantiscono una colazione bilanciata.
Sostituisci poi il latte vaccino con un buon bicchiere di latte di soia oppure uno di latte di mandorla, più leggeri e digeribili.

Frullati a colazione

Corriamo a lavarci i denti per sentirci fresh

Usiamo lo spazzolino da denti e il dentifricio ogni volta che avvertiamo lo stimolo della fame. Non appena sentiamo un leggero languorino o abbiamo voglia di qualcosa di dolce, corriamo a lavare i denti. Con la bocca pulita e fresca l’appetito scomparirà.

Stop alle bollicine

Invece di consumare bevande gassate o succhi di frutta al bar (spesso ricchi di zuccheri aggiunti e conservanti), prepariamo una bella tisana con le nostre stesse mani o un’acqua aromatizzata.

Anche l‘aceto di mele è ok

Introduciamo anche l’aceto di mele nella dieta quotidiana: è un ottimo alleato per far abbassare i livelli di zucchero nel sangue e combatte la dipendenza da zucchero del nostro corpo.

Facciamo una merenda smart and easy

Siamo in ufficio e siamo a corto di tempo per poter sbucciare della frutta? Niente paura, ci tornano utili ancora una volta i frullati della linea Fresco, visto che si preparano così: si mettono nello sheaker i cubetti di frutta, si aggiunge un po’ di acqua, si agita qualche secondo. Stop, finito. Facile no? Ecco un buon frullato che si prepara in un attimo e, come detto, fatto al 100% di frutta e 0 zuccheri aggiunti. In questo caso consigliamo il box energia, composto da 10 pacchetti (5 di Habana Dance e 5 di Rio Power): senza dubbio la giusta ricarica per affrontare gli impegni lavorativi col sorriso.

Frullato in ufficio

Occhio all’etichetta!

Leggiamo sempre le etichette dei prodotti che acquistiamo. Scopriremo così che molti dei prodotti e cibi che prima ritenevamo fat free, non sono poi così tanto free…

Più pesce e più carne

Condiamo questi alimenti con olio a crudo e abbiniamoli a una fresca insalata di stagione, magari a chilometro zero. Potremo così ridurre notevolmente anche il consumo di conservanti. E non solo: cibi proteici come carne e pesce, in genere, fanno diminuire l’appetito (al contrario dello zucchero che invece lo stimola) e, quindi, dimagrire.

Limitiamo pane e pasta

Riduciamo (non eliminiamo) l’uso di pane, pasta, riso e pizza, che sono ricchi di carboidrati complessi e si formano con lunghe catene di vari tipi di zucchero.

Chicche di salute

Bene, con questi piccoli consigli forse non elimineremo del tutto lo zucchero dalla nostra dieta, ma sicuramente lo ridurremo notevolmente e l’organismo ci ringrazierà!