Vivere bene in lockdown? I consigli di Melissa Zino



Qualche giorno fa abbiamo incontrato “virtualmente” Melissa per confrontarci su come affrontare al meglio questo periodo di quarantena e avere una routine healthy

Nata e cresciuta in un piccolo paesino della provincia di Novara nei pressi del Lago Maggiore, dove tutt’ora risiede insieme al compagno Melissa, è una delle migliori Wellness Influencer italiane.

Con un passato da ginnasta a livello agonistico, oggi è Wellness Enterpreneur, Fit Chef, Thrill Seeker & Adventure Travel Junkie, Writer, CrossFit L1 Trainer ma, soprattutto, Life Enthusiast.

Il suo motto è “ABS are made in the kitchen”, gli addominali si costruiscono in cucina. E non possiamo che darle ragione.

 

Partiamo con una domanda di rito. Piatto preferito?

Sembrerà strano o persino falso ma la quello che amo mangiare di più è una bella insalata. Insomma amo mangiare verde. Tante verdure. Le adoro... Ma, ogni tanto la pizza va a mangiata!

La cosa più carina che ti è successa in lockdown?

Sono tornata a ridere di gusto con mia madre. Hai presente le risate di pancia? Ridi. E più vedi ridere tua madre. Più ridi. E’ una sensazione bellissima. Qualcosa che mi mancava moltissimo.

La quarantena significa anche questo. Avere un po’ di tempo in più per cose semplici. Nella “vita normale” siamo presi da tante cose. Ho la fortuna di avere genitori attivi e, come me, sempre di corsa. Quindi avevamo poco tempo per prenderci qualche attimo.

 

Una ricerca mostra come il nostro stile di vita sia peggiorato durante il lockdown: perdita di sonno, cucina poco sana, pochissimo sport. In cosa hai visto un peggioramento?

Ho la fortuna di essere più “allenata” di tanti altri. Io lavoravo già da casa. Perciò non ho visto un vero peggioramento. Rispetto a prima sono più a casa. Certo: prima ero spesso a Milano e viaggiavo parecchio.

Onestamente, nei primi giorni di quarantena ho provato un’emozione persino positiva: è stato lasciarsi un po’ andare. Avere più tempo libero, non truccarsi, stare tutto il giorno in tuta. Un rilascio di tutto lo stress accumulato. Mi sono sentita depurata dalla parte negativa della “corsa”.

Dopo un po’ è stato necessario darsi delle regole. In un momento normale devi svegliarti presto, prepararti, essere in ordine e carina. Ora ci vuole un po’ più di autocontrollo. Lo dobbiamo fare per amor proprio.

Ho appena letto uno studio secondo il quale bastano poco pochi giorni di scarsità di sonno per avere degli scompensi sull’umore e sul nostro corpo. Dormire bene è importante. Per fortuna non ho di questi problemi!

Però a volte mi sembra di stare in un film. E’ tutto così surreale. In quei momenti mi impongo di lasciare andare le cose come devono andare. Passerà. Non forziamoci più del necessario.

Cosa ti manca di più in lockdown? Cosa farai appena possibile?

Pochi dubbi: viaggiare. Non perchè sono stufa di stare in casa. Ma voglio provare di nuovo la libertà di andare dove mi pare. In giro per il mondo, con serenità. So già ch anche quando finirà l’emergenza sanitaria non sarà subito come prima. Rimarrà sempre un po’ di paura, di “dolore”. Come è successo dopo l’11/9.

Ho già alcuni viaggi programmati: Transilvania, Sicilia e Alaska. Non vedo l’ora di prenotare il volo!

 

Quali consigli daresti a chi in questo periodo non ha l'umore alle stelle? Qualche suggerimento per migliorare il sonno, per mangiare bene, per trovare motivazione a fare sport, per ritrovarsi belle...

 

Credo che la parte più difficile sia iniziare. Basta fare il primo gradino. Poi va tutto liscio.

Il movimento genera endorfine che sono dotate di una potente attività analgesica ed eccitante. E’ un ciclo virtuoso. Basta poco. Poi diventa una necessità.

Hai bisogno solo di ritrovare un equilibrio. Poi non riesci a stare fermo. Inoltre se ti muovi e mangi bene hai più energia. Si senti più vivo.

Usate questo tempo anche per fare cose che avete messo in stand-by. Ad esempio io avevo già iniziato un percorso per essere più esperta di benessere mentale,  Mental coach. Un fantastico sorso dell’ Univeristà di Yale. Prendetevi questo tempo per approfondire temi che non saresti riuscito a fare prima.

 

Se volete consigli su una vita sana a 360° gradi, ottimi spunti per il prossimo viaggio, per una ricetta sana da abbinare ai nostri oli ( clicca qui ), per l’allenamento perfetto... scoprite i frullati fitness ( clicca qui ) correte sul suo blog: E non dimenticate di seguirla su instagram. Poi, se doveste avere la possibilità parlate con Melissa: ha un energia pazzesca